in Tra le righe

Sono un romantico e credo nel vero amore. È la verità, ed è una verità che mi piace.

Me ne vanto.

Ne sono orgoglioso.

Forse perchè ho visto troppi film. Forse perchè ho visto nascere tante storie d’amore in vita mia.

Forse perchè, malgrado tutto, guardo ancora il mondo con gli occhi dell’idealista che sono sempre stato.

Mille volte ho rivisto Bill Parrish spiegare a sua figlia come dovrebbe essere l’Amore, e mai una volta su quelle mille, mi è sorto il dubbio che Bill fosse in errore.

E quindi scrivo. Ispirato, dalle voci fuori campo di uno dei tanti telefilm che riempiono i troppi canali della televisione, che ci distraggono da quello che conta davvero. A quello che vogliamo davvero. Avere una voce fuori campo che a un certo punto dica le mitiche parole con cui finiscono le favole.

E vissero…

Sappiamo tutti come vissero. Dannatissime favole che ci illudono da sempre. La mia verità sull’Amore l’ho scritta così tante volte da non ricordare neanche più dove sono andate a finire tra le varie cartelle del computer.

E ora sono qui. A riempire una pagina bianca e a dirvi che l’Amore esiste. Dovete trovarlo. Non cercarlo ma trovatelo. Trovatelo nei difetti. Trovatelo in un bimbo che piange, e nella mamma che pulisce il ginocchio sbucciato di quel bimbo.

Trovatevi qualcuno che non vi capisca, e passi la sua esistenza a cercare di capirvi. Trovatevi qualcuno che non vi conosca e voglia scoprirvi.

Trovate qualcuno che non sappia mai cosa aspettarsi da voi. Siate qualcuno che si stupisce.

Trovate qualcuno che rimanga interdetto. Qualcuno che non ragioni come voi. Qualcuno con cui litigare. Litigare davvero e non il crudele dirsi cattiverie gratuite.

Trovate qualcuno che vi faccia ridere ovviamente, e poi pianga quando meno ve lo aspettate. Trovate qualcuno che non pianga troppo spesso. Oppure fate scorta di fazzoletti, così sarete sempre pronti come è giusto che sia.

Innamoratevi di qualcuno che non vi ama, per avere l’onore di sedurre. Fatevi sedurre da chi ancora non amate, potreste scoprire un giorno che in realtà avete iniziato voi ad amare per primi. L’altro è solo più sveglio.

Amate chi volete. Amate chi non vi vuole, e non date retta a chi vi dice che non ne vale la pena, che state sprecando tempo. Il tempo sprecato è solo quello speso a non amare. Ascoltate chi non sa niente dell’amore, forse sono gli unici a capirci davvero qualcosa del vero amore.

Trovate qualcuno che si prenda cura di voi, e viceversa. Trovate qualcuno che fa qualcosa che odiate dal più profondo del cuore, risalterà i motivi per cui l’amate.

Trovate qualcuno che voglia tanti figli quanti ne volete voi. Trovate qualcuno che litighi con voi per i nomi di quei figli. Trovate qualcuno che non abbia progetti, non ancora. Mancavate voi.

Trovate ciò che cercate dove meno pensavate di trovarlo.

Le chiavi sono nel frigo, l’amore è nel reparto ricambi per il bagno e guarnizioni.

Riconoscete quello sguardo. State attenti, lo state cercando ovunque quello sguardo, ma dovete prestare attenzione, perchè gli occhi che ti guardano sono i più timidi.

Si nascondono.

Siate adolescenti in tempesta ormonale. Vorremmo sempre esserlo, quindi siatelo. Senza brufoli ed apparecchio ai denti possibilmente.

Siate felici, e festeggiate. Festeggiate con chi si merita di godere del vostro sorriso. Festeggiate ogni piccolo successo insieme, e nell’insuccesso festeggiate lo stesso. Non sapete il perché oggi, ma lo scoprirete domani.

Non abbiate paura delle rotture. Non abbiate paura di dire la verità, di essere fedeli e di essere infedeli. Siate voi stessi. Senza paura.

Imparate con pazienza ad amare chi si merita il vostro amore. L’amore non è solo qualcosa che si prova, e qualcosa che si costruisce, che si scopre. Che ci investe come un camion pieno di birra, per poi lasciarci a terra, fradici, ubriachi e mal messi. Ma in pochi possono dire di essere stati investiti da un camion pieno di birra.

Giusto quelli che amano possono.

E grazie all’ubriacatura, e alla lieve commozione celebrale…. vivono per sempre felici e contenti.

 

Condividi

Scrivi un commento

Commento